Dal dolore fisico al misticismo:
la scrittura raccontata dagli scrittori

Cosa significa scrivere? E soprattutto perché farlo? All’apparenza sembrerebbero delle domande ovvie, forse anche banali, ma non lo sono se come accade in In punta di penna (Minimum Fax) a cura di Will Blythe (traduzione di Sara Billotti e Luca Briasco) le domande vengono poste ad alcuni tra più importanti scrittori americani degli ultimi anni. Uscita nel 1999 e curata da uno dei più influenti giornalisti culturali di New York, questa antologia taglia trasversalmente sia la narrativa che la critica proponendo dei pezzi di vera e propria autoanalisi.

Quello che In punta di penna mette in discussione non è infatti il ruolo dello scrittore, ma il senso stesso della scrittura e per di più facendolo affrontare direttamente in prima persona dagli scrittori stessi.

Si va dal dolore fisico e mentale di William T. Vollman al misticismo narcisistico di Norman Mailer; da chi predilige un racconto autobiografico a chi invece spinge in una narrazione quasi oggettuale. Un percorso a tratti ripido attorno al senso della scrittura che diviene anche il senso stesso della vita da parte di chi vi ha dedicato tempo e spazio sacrificando spesso ad essa affetti e buona parte della propria serenità. Un’esplorazione dentro se stessi che prende la forma non solo di un saggio sulla scrittura, ma anche un’analisi analogica della propria opera, una narrazione che esplora gli archetipi di ogni autore che prendono forma nei vezzi come nelle citazioni, nelle ricostruzioni autobiografiche come negli episodi di volta in volta narrati. Un libro circolare da leggere e compulsare, evidenziando frasi e riprendendo concetti.

Scrive Mary Gaitskill:”È strano perché la maggior parte delle cose che scrivo non sembrano avere molto a che fare con l’amore. Eppure è questo che provo quando scrivo: amore”. Un piccolo libro necessario e a suo modo sentimentale. Non resta che aspettare il volume secondo.

 

In punta di penna. Volume primo

A cura di Wil Blythe

Traduzione di Sara Billotti e Luca Briasco

Minimum Fax, 12,00 euro 146 pagine