Cuori malati

Vola e balla sul cuore malato illuso, sconfitto, poi abbandonato senza amore dell’uomo che confonde la luna con il sole senza avere coltelli in mano ma nel suo povero cuore. Allora vieni angelo benedetto prova a mettere i piedi sul suo petto e stancarti a ballare al ritmo del motore e alle grandi parole di una canzone, canzone d’amore. Ecco il mistero, sotto un cielo di ferro e di gesso l’uomo riesce ad amare lo stesso e ama davvero nessuna certezza che commozione, che tenerezza.

Lucio Dalla