Da Accattone a Baglioni alla Torraccia
le parole per raccontare Centocelle


“Gruppi di ragazzi vestiti tutti uguali che ciondolano, vagano per via dei Castani, girano col motorino e stanno dietro alle cose loro. Il calcio, il lavoro che manca, le storie d’amore raccontate…


Leggere i greci per pensare la politica: Montevecchi sull’Empedocle di Colli


A cento anni dalla sua morte, Giorgio Colli resta un enigma della filosofia italiana. Nonostante i suoi molteplici contributi intellettuali, si può dire che la sua figura sia stata in larga parte…


Monticchiello, la ricerca del nuovo sulle note del “valzer di mezzanotte”


Ma alla fine, quel valzer nel cuore della notte ballato dai due giovani sposi,  è un addio al vecchio mondo o l'inizio del nuovo? La zattera buttata all'aria è un segno di ribellione impotente di chi…


Quando la storia legge l’immigrazione. Dai ricordi zoppi dei leghisti alle invisibili colf


Per capire l'oggi, a volte anche il domani, è utile, utilissimo guardare a ieri. A fare il punto degli studi storici e sociologici sul fenomeno “Immigrazione” un numero quasi monografico di…


Macaronì nelle miniere del Belgio
quando i migranti eravamo noi


Lo chiamarono «manifesto rosa» ma non aveva nulla a che fare con le donne e il femminismo. Piuttosto sembrava una chiamata alle armi, anzi alle miniere. Fu affisso in molte parti d'Italia dalla…


Restiamo umani. La grande emozione del concerto di Roger Waters


Restiamo Umani, queste parole erano scritte su un grosso porco gonfiato che volteggiava sopra il Circo Massimo sabato scorso. Era il porco che ha accompagnato una parte del concerto di Roger Waters,…


A bordo con James Cook per scoprire
(e dominare) mondi lontani


Qualche secolo fa cominciarono a partire navi dai paesi europei alla ricerca di nuove terre. Quelle navi non portavano migranti, anche se in realtà milioni di persone si sarebbero spostate molti anni…


In un mondo cattivo e impaurito
bisogna essere ribelli con gentilezza


In una lunga lettera alle sue figlie, Caterina e Margherita, dove si racconta senza altri filtri se non quello della scrittura, Saverio Tommasi con simpatia, arguzia e dolcezza, affronta una serie di…


Piolìn imbavagliato, l’autunno difficile della Catalogna


Quando nei primi anni Cinquanta il governo di Madrid decise di aumentare il prezzo del biglietto da 40 a 70 centesimi, ma solo in Catalogna, per settimane i catalani smisero di prendere il tram.…


“Te absolvo”, il cammino di due sacerdoti di fronte a colpa e perdono


"Qualcosa è accaduto”. Qualcosa è cambiato? Barbera che è quasi un Barolo VS Acqua Tonica con limone. Montagna civilizzabile VS Civiltà urbana. Quando la vocazione anarchica e la ribellione con una…


Riemerge Milena Jesenská, ovvero la Milena di Kafka


“Così ci gettiamo sulle lettere, cerchiamo in esse di scoprire l’uomo, divoriamo le pagine: Come ha potuto scoprirlo? Attraverso quale dolore? Quale desiderio? Quale malattia? Quale aspirazione? Per…


Fausta Cialente e Radio Cairo
La sfida di una scrittrice libera


È un libro un po’ “rubato” quello che Serena Palieri ha scritto sul diario personale che Fausta Cialente tenne dal 1941 al 1947, anni in gran parte trascorsi al Cairo, a lavorare nella radio italiana…