Mio caro ciclista rassegnati
Roma non ti vuole bene

Da una parte c'è un pedalare romano che va, cresce in ogni sua dimensione, aggrega e se ne frega: è quello visto, per esempio alla Granfondo Campagnolo, 120 km da Caracalla ai Castelli e ritorno, una corsa…


La piazza di Monticchiello,
il teatro povero e l’ospitalità

Se la piazza diventa un teatro, la vita tesse le sue trame in pubblico. Ed è una medicina contro oscurità dei fini dell’epoca. Il bene comune si prende il suo spazio e l’identità forte di un luogo, di un…

Il potere volle morta la donna
che aveva conquistato l'Europa

All’alba del 15 ottobre del 1917 una donna fu portata nel cortile delle esecuzioni nel castello di Vincennes, alla periferia di Parigi, davanti a un plotone già schierato. Indossava un vestito bianco e un…


Cento scatti per Riccio
cronista napoletano

NAPOLI   -   Magro come uno stecchino, la barba ancora inesistente, appena 15 anni, un compagno della Sezione “Cariati” al Corso Vittorio Emanuele a Napoli  l’aveva guidato su al terzo piano di Vico Rotto san…


Cernivtsi, la piccola Vienna a cui l'autonomia ha distrutto l'anima

C’è una città nell’Ucraina occidentale, ai piedi dei Carpazi, che oggi si chiama Cernivtsi ma ha avuto molti nomi. In rumeno è stata Cernăuti, Cernowzy in russo, in polacco Czerniowce e Czernowitz in tedesco…


Se la politica non c'è
il talk va in crisi

Merito o colpa della Corte Costituzionale? Dipende dai punti di vista. Certo è che se 57 anni fa, l’11 ottobre del 1960, la politica sbarcò in televisione in pompa magna è stato per l’ iniziativa dei giudici…


Rodrigo Pais, l'uomo con la Leica
che raccontò la Roma delle periferie

La mostra delle foto di Rodrigo Pais al Museo di Roma a Trastevere sta per chiudere. Ma non andarci sarebbe un peccato. Per la precisione la mostra si intitola “Rodrigo Pais – Abitare a Roma in periferia”, ed…


I bambini dell'Isis
e il gioco della guerra

La generazione perduta dei bambini del Califfato e il modello educativo dell'Isis per trasformare i ragazzini in guerrieri del jihad, pronti ad essere trasformarti in "shahid", in martiri kamikaze, sono…


Il paradosso del teatro: fondi
in diminuzione, pubblico in crescita

Il paradosso dell’attore non è più quello teorizzato da Diderot (la creazione non è pura imitazione), ma il fatto che, proprio mentre la sua funzione pubblica e sociale viene maggiormente riconosciuta,…


Borgate di Roma, un secolo
di esclusione

Dove comincia il centro, dove la periferia? A Roma, grazie all'abusivismo ma anche a scelte pubbliche sciagurate, al di fuori delle mura Aureliane i ceti si mescolano ma restano separati. Sono isole i…


Barbagia-Eritrea, le ragazze
sono partite

Il sogno e la speranza sono quelli di una vita migliore lontano da casa. Quello che nasce quando si decide di lasciare tutto per inseguire un sogno, o molto più semplicemente, per fuggire da una situazione…


Il fallimento del guevarismo
intrappolato nella violenza

Che cosa davvero resta del Che, oggi, mezzo secolo dopo la sua morte? Che cosa si salva, in questa babele di ossificati slogan rivoluzionari e di sfrenato mercantilismo? Che cosa si può…