Con gli informatici alla ricerca
dei vari generi musicali perduti


Molti anni fa, all’inizio del Duemila, incontrai per la prima volta un ingegnere informatico e musicista francese, che all’epoca dirigeva i laboratori di ricerca della Sony a Parigi. Aveva trovato il…


Viva “La tv delle ragazze” e il tempo che passa ridendo. Trenta anni dopo


Viva la faccia di Eva-Paola Cortellesi che ha “il peggior ufficio stampa della storia”. Viva la “pizza de fango der Camerun”, liberatoria certezza finanziaria della signorina Vaccaroni di una…


Tra calcoli, tatticismo e forma
la poesia cerca la via facile. E sbaglia


Nei giorni scorsi un mio articolo su Strisciarossa a proposito dell’indignazione dei poeti (http://www.strisciarossa.it/in-questo-mondo-disordinato-e-cattivo-dove-finita-lindignazione-dei-poeti/)…


In questo mondo disordinato e cattivo
dov’è finita l’indignazione dei poeti?


Rileggendo negli ultimi giorni gli interventi di Mario De Santis su Repubblica (leggi) e Lello Voce sul Fatto quotidiano (leggi) si ha l'impressione che la poesia stia attraversando una fase a suo…


A Londra le immagini del potere dell’arte e sull’arte del potere


Si è chiusa da circa un mese una grande ed importante mostra alla Royal Academy di Londra. Una mostra dedicata alla collezione del re Charles I. In una lettera del 1625 Peter Paul Rubens definiva il…


Dimmi quale musica va in tv
e ti dirò chi vince le elezioni


Gli studiosi della popular music hanno presente, ormai da quasi quarant’anni, un’affermazione del musicologo statunitense Charles Hamm, il quale sostenne che in occasione delle elezioni presidenziali…


Signori, il mercato (come la politica)
non si governa coi pater noster


La cura per le malattie della democrazia è più democrazia, scriveva nel 1923 il filosofo americano John Dewey. Ma la cura per le malattie del mercato è più mercato? Dopo un decennio di crac economici…


Un Sanremo nel segno di Fiorello
che piace anche se non piace


Tutti fermi. E’ cominciato il Festival di Sanremo. Qualunque cosa affermino i detrattori (molti meno di quanti si atteggiano ad esserlo) o gli espliciti e appassionati sostenitori, un fatto è certo:…


Il quattro quarti, la canzone
e le tronche di Jovanotti


La canzone italiana ha un problema con le finali. Lo sanno tutti (tutti quelli che scrivono canzoni) ma la musica va per la sua strada: ogni tanto, però, ci fa bene ricordarlo. La nuova hit di…


Quando l’algoritmo detta
la musica dei diritti d’autore


Negli Stati Uniti, da quando si cominciarono a vendere cilindri e dischi con registrazioni musicali, a partire dal 1889, fino all’approvazione di una nuova legge sul copyright nel 1909, nessun autore…


Il paradosso del teatro: fondi
in diminuzione, pubblico in crescita


Il paradosso dell’attore non è più quello teorizzato da Diderot (la creazione non è pura imitazione), ma il fatto che, proprio mentre la sua funzione pubblica e sociale viene maggiormente…


Borgate di Roma, un secolo
di esclusione


Dove comincia il centro, dove la periferia? A Roma, grazie all'abusivismo ma anche a scelte pubbliche sciagurate, al di fuori delle mura Aureliane i ceti si mescolano ma restano separati. Sono isole…