Ue, la frammentazione dei partiti tradizionali apre strada ai sovranisti

“La linea di divisione fra partiti progressisti e partiti reazionari cade ormai non lungo la linea formale della maggiore o minore democrazia, del maggiore o minore socialismo da istituire, ma lungo la sostanziale nuovissima…


L’Italia e il piano «no way» del ministro dell’interno

Il piano “no way” a cui fa riferimento il ministro degli interni italiano è stato applicato in Australia dal 2013 per impedire l’accesso via mare di richiedenti asilo provenienti dall’Indonesia e dallo Sri Lanka. Il piano…


Migranti: serve una campagna
di controinformazione

Fra i lavori incompiuti della scorsa legislatura, tre riguardano il tema delle politiche migratorie e di inclusione. Il primo è legato alla cosiddetta legge sullo ius soli progressivamente svuotata dal suo significato iniziale -…


Bilancio partecipativo una sfida per l'Europa

  Il 15 luglio 1215, Re Giovanni Senzaterra fu costretto a concedere ai propri baroni la Magna Carta Libertatum. Tra gli articoli ve ne era uno che sanciva il divieto da parte del re di imporre nuove tasse senza l’approvazione…


Il Movimento europeo:
"A Barcellona"

Con la “detenzione provvisoria” di otto ex ministri del governo catalano decisa dal giudice Lamela si è compiuto a Barcellona l’ennesimo atto di inutile esibizionismo del nazionalismo spagnolo contro il nazionalismo catalano.…


L'Europa sconfitta
a Barcellona

Quel che è avvenuto in Catalogna il 1° ottobre e nei giorni precedenti è una sconfitta del dialogo e della democrazia in Spagna ma anche in tutta l’Unione europea le cui istituzioni sono state a guardare limitandosi a dire: “è…


Unione, governance
senza democrazia

Si diceva venticinque anni fa: “se l’Unione presentasse domanda di adesione all’Unione la domanda sarebbe respinta perché il suo sistema non rispetta i principi fondamentali dello Stato di diritto o più specificatamente i criteri…