Nella guerra
al virus non tutti
hanno le armi giuste

Fidiamoci delle parole di Mario Draghi: «Di fronte a circostanze non previste, un cambio di mentalità è necessario in questa crisi come lo sarebbe in tempi di guerra. Lo shock che ci troviamo ad affrontare non è ciclico. La…


Virus e recessione,
servono nuove soluzioni
per l'economia

Quando sarà tutto finito, quando il Covid-19 si sarà ritirato o forse sarà stato sconfitto, quando ci troveremo a fare i conti del disastro economico e sociale, quali strumenti, quali armi avremo a disposizione per risollevarci?…


Il coronavirus manda
in tilt l'economia:
la recessione si avvicina

Abbiamo iniziato con l’assalto agli scaffali dei supermercati. Forse finiremo con la nuova recessione globale, secondo le previsioni dell’agenzia Moody’s, che non risparmierà l’Italia: gli effetti economici del coronavirus non…


Economia ferma, trionfa
l'Italia dei furbetti
e del sommerso

Se tutto andrà bene l’economia italiana crescerà nel 2020 dello 0,6% , secondo le stime del ministero dell’Economia, dopo aver chiuso l’anno dei due governi Conte su basi invariate (se va bene il dato finale sarà più 0,1%-0,2%).…


Il crack annunciato
è arrivato: la crisi
della Popolare di Bari

Questi giorni che portano al Natale presentano un copione politico ed economico che conosciamo bene, perché lo abbiamo già vissuto in passato. Ci sono gli ultimi scontri sulla manovra di bilancio, tra piccoli ricatti e veti…


Gli Agnelli e Repubblica:
che succederà
nell'editoria italiana?

Per comprendere le ragioni e le conseguenze dell’acquisto del gruppo Gedi (la Repubblica, La Stampa, il Secolo XIX, L’Espresso, tredici giornali locali e varie radio) da parte degli eredi Agnelli bisogna partire da qualche dato.…


I funerali dell'anarchico Pinelli: un'opera
che Milano ha il diritto di vedere

Tra pochi giorni saranno passati cinquant’anni dal 12 dicembre 1969, il giorno della Strage di Stato. Sono tantissime le iniziative pubbliche, i ricordi, i convegni promossi per ricordare le vittime di piazza Fontana. Arriverà…


Per il futuro dell’Ilva
un ruolo di garanzia
per lo Stato

Va bene, ammettiamo che ArcelorMittal non avesse alcuna seria intenzione di salvare, bonificare e rilanciare l’Ilva. Ammettiamo anche che la più grande multinazionale dell’acciaio abbia voluto conquistare l’Ilva solo per mettere…


La “manovrina” M5S-Pd
mentre s'avanza
il nuovo Ghino di Tacco

La prima manovra finanziaria del governo Conte-bis, sostenuto dalla nuova maggioranza M5S-Pd più Liberi e Uguali e gli scissionisti di Matteo Renzi, è di circa 30 miliardi di euro. Una cifra rilevante che potrebbe far pensare a…


Il precariato trionfa
il lavoro scompare:
appunti per le riforme

Viviamo tempi in cui la modernità del presunto progresso economico e sociale si misura con la proliferazione di modelli di sviluppo creati e diffusi con i tempi rapidi e i toni martellanti delle campagne pubblicitarie che…


Dall'Ilva all'Alitalia
fallimenti e illusioni
del ministro Di Maio

Nelle politiche industriali e del lavoro nessun ministro del passato ha avuto tanto potere come Luigi Di Maio, il capo politico del M5S che raccoglie le deleghe del ministero dello Sviluppo economico e del Welfare. La somma dei…


L'invenzione dei mini-Bot
e la scomparsa
della politica industriale

Siamo tornati indietro di un anno, quando il nuovo governo del “cambiamento” impostava la prima legge di Bilancio promettendo interventi sulle pensioni, il fisco e il reddito di cittadinanza, tutti provvedimenti dall’impegno…