Svezia, la sinistra tiene
ma il pericolo
viene dall'ultradestra

In questa elezione svedese non c’è nulla da esultare. Nessuno “scampato pericolo” per le sinistre, per il “modello sociale nordico”, per una crescita economica meno disumana e precarizzante, per una regolazione dei flussi…


Il caso Svezia: meno
diritti sociali producono
più xenofobia

Seguendo la campagna elettorale svedese colpisce, tra i molti validi, uno studio della grande confederazione sindacale LO intitolato Högerpopulismen och jämlikheten (Populismo di destra ed eguaglianza). L’alleanza paritaria fra…


In Europa finisce un modello politico sociale

Le elezioni di marzo e la gestione dei due mesi seguenti stanno producendo un esito senza dubbio dirompente sul nostro sistema politico, ma è meglio distinguere l’analisi dall’indignazione. Specie quando da decenni ci si adonta…


Così si è dissolta
la sinistra italiana

Non serve, soprattutto come autoassoluzione, dire che l’italiano è congenitamente attratto dal deteriore populismo. In Svezia ed Austria (nonostante economie molto più vitali) il nazionalpopulismo oltrepassa la Lega come voti e…


Immigrati, smettiamola
d'inseguire post-verità

Quando l’intolleranza e la violenza colpiscono in modo feroce e fascista è impossibile non cominciare innanzitutto da una condanna, e anche da una violenta repulsione. Questo sentimento di civiltà politica deve rimanere…


La sinistra non si estingua al centro

Gli ultimi giorni dell’anno ispirano consuntivi e retrospettive, ma in questo caso se ne possono trarre anche considerazioni adatte per le analisi dell’immediato futuro. Senza nascondersi il prolungato regresso della…


Lutero, i 500 anni della Riforma
e l’idea di eguaglianza

Il 2017 non è solo il centenario della Rivoluzione, ma anche della Riforma. Per la precisione il cinquecentenario di quella protestante. Per convenzione, il 31 ottobre del 1517 Lutero avrebbe affisso a Wittemberg le sue 95 tesi…