Chi non ha visto la destra in ascesa

Fa molto riflettere l’euforia con la quale i renziani, che ancora controllano il Pd, hanno accolto il tentativo per la formazione del nuovo esecutivo. Cosa c’è da brindare dinanzi a un governo che, nella sua composizione, alla…


L'ammainabandiera del segretario della Fiom

Che molti operai abbiano votato Lega o M5S era chiaro da subito. Che addirittura anche il segretario nazionale della Fiom abbia tracciato la croce sulle liste del “capo politico” di Maio lascia davvero storditi. Forse non c’è…


Caro De Masi, il M5S non c'entra niente con il Pci

Va spesso in tv il sociologo Domenico De Masi, considerato uno studioso molto vicino al M5S. La tesi che ricorre nei suoi interventi è che il M5S è la riproduzione, certo in altra forma, del vecchio Pci. Qui, più che l’analisi…


Grillo, Marx
e il capitalismo

Sul sito di Grillo è apparso un post che è interessante perché sembra scavalcare a sinistra, per così dire, il vecchio Carlo Marx. La Critica del programma di Gotha, dove si discerne su capacità e bisogni in una futura società…


Con la sinistra +Europa non c'entra

Tra coloro che non se la sentono di votare Pd, c’è chi (persino tra gli eredi di Togliatti) pensa alla lista +Europa, considerandola una offerta più accettabile. La indubbia coerenza politico-culturale di Bonino, non deve…


Ma Grasso
non è Togliatti

Anche se non è stata una grande campagna elettorale, e l’impressione che ha suscitato la gestione della lista unitaria è stata quella di una operazione di mera sopravvivenza del ceto politico, è indispensabile che la sinistra…


Il grido di Cuperlo e una politica cinica

Molte sono le cose poco esaltanti che i cosiddetti partiti hanno commesso nella compilazione delle loro liste elettorali (forse un ulteriore incentivo all’astensionismo). Una delle rare manifestazioni di dignità etico-politica è…


Il partito di Renzi
e l'Ingegnere

Che tra una parte della sinistra e il gruppo editoriale l’Espresso esistesse una grande sintonia era cosa risaputa. E’ una storia assai lunga quella della influenza di Repubblica. Con scaltrezza ha occupato lo spazio tradizionale…


Il Pd, un non-partito
ormai alla deriva

Dalla campagna si erano trasferiti di corsa al quartier generale occupando famelici le stanze del potere. Verso la terra amica della provincia sono di nuovo ricacciati, umiliati nell’immagine pubblica per il loro familismo…


E il rottamatore
resuscitò Berlusconi

Anche tra gli osservatori stranieri ci si interroga sul senso della inopinata rinascita dell'ex Cavaliere. Non mancano metafore misticheggianti di editorialisti così sorpresi dall’evento che rinviano al sovrannaturale.…


Il sonno della sinistra
genera Ostia e Spada

Quando si considera il degrado di Roma, di cui la condizione del municipio di Ostia è una metafora, è opportuno tornare agli anni settanta. Appena eletto sindaco, alla testa della prima giunta rossa della capitale, il grande…


La trovata trinitaria
di Franceschini

Hanno fatto “violenza” alle istituzioni, imponendo con il voto di fiducia una legge elettorale del tutto irrazionale, e ora, intuendo che si sono autoindotti al suicidio politico, se ne escono con trovate assurde. In…