Quella straordinaria lezione
con il maestro bevendo un caffè

Che Ennio Morricone fosse quasi inaccessibile lo sapevo da tempo. Un mio collega di un’università inglese cercava di entrare in contatto con lui, perché volevano attribuirgli un dottorato honoris causa: alla fine non se ne fece…


Quella diagnosi
inascoltata
dello zio Marco

“Diagnosi dello zio Marco: forma virale molto diffusa.” È il testo di un mio WhatsApp, spedito il 31 dicembre 2019. Ero stato a letto dal giorno prima, con più di trentanove di febbre e una tosse squassante, insensibile ai…


La sinistra e la "lezione"
di quei venditori tv
di auto usate

Per mesi e mesi ho guardato con interesse, quasi con stupore, uno spot trasmesso con insistenza su diverse reti, quello di noicompriamoauto.it. Lo avete in mente? Mi colpiva, mi colpisce, per l’aspetto delle persone che vi…


emozioni

Chi suona le emozioni? Dal marketing pubblicitario ai leoni da tastiera

Il jingle di una multinazionale delle consegne di cibo pronto a domicilio finisce con un inciso memorabile: “Hamburger buoni, quant’emozioni...”. Se la canzone continuasse, quello probabilmente ne sarebbe il bridge, come…


A che serve Sanremo? A trovare quel momento di verità che ci tolga il respiro

Mio padre era un uomo di destra, anche se si definiva favorevole alla “monarchia assoluta temperata dal regicidio”. Era di destra, dicevo, e non credo che si perdonò mai di avere un figlio comunista. Gli ho sempre voluto bene,…


Hacker e millennial fuori dal mito
Spesso non hanno vere competenze

Mi colpisce sempre il modo in cui vengono rappresentati gli hacker nelle serie televisive. Battono sulla tastiera di un pc a velocità vertiginosa, mentre sullo schermo scorrono quantità impressionanti di dati, ai quali danno…


La lunga storia del "politicamente corretto" per evitare le parole-proiettili

Si parla spesso di “politicamente corretto”. Di solito male. Anzi, a leggere i giornali si direbbe che il politicamente corretto sia IL male. Temo che molti non sappiano veramente di cosa si tratti. “Politicamente corretto”…


I nostri piedi a papera
e la camminata perfetta degli immigrati

Avete notato quante persone camminano con i piedi all’infuori, “a papera”? Quindici anni fa passeggiavo sulla Rambla di Barcellona con un collega nordamericano; fra gli artisti di strada che si esibiscono lì a tutte le ore ce…


Nelle vie di Parigi inseguendo
tal "Fràncois Ùner" e Google Maps

Se vi capitasse di trovarvi a Parigi, una volta o l’altra, provate a chiedere a un passante un’indicazione stradale come questa: Rùe Fràncois Ùner. Molti parigini, se interpellati con un accento imperfetto, fanno finta di non…


Enzo "Titti" Denna, il tecnico del suono
che lanciò in Italia "Viva Chile"

Qualche giorno fa è mancato Enzo “Titti” Denna. Era un tecnico del suono, uno dei migliori che l’Italia abbia avuto. Lo conobbi all’inizio degli anni Ottanta, perché eravamo vicini di casa e avevamo amicizie comuni. Non credo che…


I giovani e la ricerca delle musiche
senza avere le informazioni sui titoli

Che la musica registrata si ascolti in modi molto diversi dal passato, anche recente, ce ne siamo accorti tutti. E non è solo questione di quali supporti, solidi o “liquidi”, siano all’origine di quell’ascolto, ma anche e…