Gregoretti, la cultura e l'ironia
per rivoluzionare la televisione

Intervistare Ugo Gregoretti era meglio che andare al cinema. Uno spasso. Uno degli uomini più spiritosi che si potessero incontrare. Personalmente – e credo sia giusto ricordarla in questa sede, voi lettori di Strisciarossa…


Zeffirelli, narciso a volte insopportabile
ma il cinema e il teatro li sapeva fare

Ho incrociato Franco Zeffirelli varie volte, ma non mi è mai capitato di essergli presentato. Forse ne avevo paura. Credo che ai tempi, avesse saputo che lavoravo all’Unità, mi avrebbe ribaltato. Non siamo mai stati teneri con…


Grande Bellocchio con “Il traditore”
su Buscetta tra tragedia e farsa

Punto primo: “Il traditore” di Marco Bellocchio dura due ore e mezza e quando finisce dici “di già?”. Ne vorresti di più.  Punto secondo: “Il traditore” di Marco Bellocchio esce oggi nei cinema, nell’anniversario della strage di…


La dura vita di un consegnatore di pacchi
A Cannes l'ultimo "graffio" di Ken Loach

Ci sono tutti gli altri, quelli che raccontano storie più o meno belle, nelle quali succedono cose a volte tristi a volte divertenti, a volte violente a volte romantiche. Ci sono tutti i registi normali. Poi c’è Ken Loach. Ken…


Giusti i premi a Dogman, Borghi e Moretti
(e fate tacere le ciance sui social)

Credo di dovere, ai nostri lettori, due piccole premesse. La prima: da quest’anno, su richiesta della presidente Piera Detassis, sono membro dell’ampia giuria (composta soprattutto da cineasti e professionisti del settore, ma…


Oscar al "politically correct" Green Book
ma il miglior film del 2018 non esiste

Partiamo da un paradosso. Il miglior film del 2018 non esiste. Il 2018 è stata un’annata cinematografica abbastanza modesta, che non rimarrà negli annali se non per fattori extra-cinematografici (e ora ci arriviamo). Figuratevi…


I ragazzi di paranza alla Berlinale
Il fascino del male nel film di Giovannesi

A digitare “Gomorra” su wikipedia – che è piena di errori, ma è comunque un parametro su come l’umanità utilizza la rete – viene la vertigine: fra le opzioni compare per prima “Gomorra – la serie”, poi “Gomorra (film)”, poi…


"Santiago, Italia": Moretti ci racconta
l'Italia di quando eravamo buoni

Il titolo non potrebbe essere più chiaro: “Santiago, Italia”. La citazione di una vecchia trasmissione televisiva andata in onda su Raitre nel pieno di Tangentopoli – “Milano, Italia”, primo conduttore Gad Lerner – forse è…


Addio a Bertolucci, intellettuale curioso
il più internazionale dei nostri cineasti

Lo scorso 15 dicembre, nella saletta di un laboratorio di post-produzione cinematografica sulla via Flaminia (la Laserfilm), Bernardo Bertolucci ha vissuto una giornata a suo modo memorabile, e alcuni di noi l’hanno vissuta con…


"Sulla mia pelle", e tornano l'impegno
e le emozioni del cinema civile

Una volta in Italia c’era il cinema “civile”. Film “impegnati” come Indagine, Le mani sulla città, Sacco e Vanzetti, Todo modo, Cadaveri eccellenti, Il caso Mattei, Il caso Moro, Detenuto in attesa di giudizio. I lavori di Elio…


Liliana Cavani: non ci sono solo le registe
senza tante donne al lavoro
il buon cinema non esisterebbe

Vorrei raccontarvi come si è svolta la mia giornata di giovedì alla Mostra di Venezia, per poi esprimere un pensiero su un argomento che finora ho volutamente evitato: la presenza delle donne alla Mostra (vi pregherei di notare…


I fratelli Coen approdano al Lido giocando con il mito del vecchio west

Alla Mostra del cinema di Venezia sono passati due western. E’ un dato clamoroso, perché il genere dei generi è stato quasi sempre snobbato dai grandi festival (anni fa, Cannes fece sensazione mettendo in concorso “Il cavaliere…