atlantis Valentin Vasyanovyc

Venezia 2019, ecco perché i premi
sono quasi tutti sbagliati

Diversi paradossi si nascondono nel palmarès della 76esima Mostra di Venezia. Visto nel suo complesso è un verdetto condivisibile, e soprattutto ha dato vita a una bella serata nella quale si è riusciti a parlare di molte…


Il "Citizen K" all'ombra di Putin
e quei miei lontani viaggi a Mosca

Per parlare di “Citizen K” di Alex Gibney, forse il miglior film – sicuramente il più importante assieme a “J’accuse” di Polanski – della Mostra di Venezia, non posso non partire da alcuni dati personali. I miei viaggi russi tra…


Questo Joker è leader di tutti i derelitti di Gotham. Ma non vi aspettate originalità

Roberto Silvestri è un collega e un amico, ex Manifesto, che considero il mio guru in tema di associazioni inaspettate e citazioni spiazzanti. Commentando “Joker” su Facebook, ha scritto una cosa a cui non avrei mai pensato: ha…


Audace e onesto, il "J'accuse" di Polanski mescola Francia 1898 e Germania 1938

In una delle prime scene di “J’accuse”, nuovo magnifico film di Roman Polanski presentato in concorso a Venezia, il colonnello Picquart si reca a casa del generale Sandherr, del quale ha appena preso il posto quale capo dei…


Polanski e l'affare Dreyfus alla Mostra
Verdetto delegittimato dal #metoo

Pensavo di iniziare queste cronache veneziane scrivendo di un film amabile e trascurabile, di quelli che vedendoli ti diverti e il giorno dopo sei già passato ad altro: “La vérité” del giapponese Hirokazu Koreeda, girato in…


Gregoretti, la cultura e l'ironia
per rivoluzionare la televisione

Intervistare Ugo Gregoretti era meglio che andare al cinema. Uno spasso. Uno degli uomini più spiritosi che si potessero incontrare. Personalmente – e credo sia giusto ricordarla in questa sede, voi lettori di Strisciarossa…


Zeffirelli, narciso a volte insopportabile
ma il cinema e il teatro li sapeva fare

Ho incrociato Franco Zeffirelli varie volte, ma non mi è mai capitato di essergli presentato. Forse ne avevo paura. Credo che ai tempi, avesse saputo che lavoravo all’Unità, mi avrebbe ribaltato. Non siamo mai stati teneri con…


Grande Bellocchio con “Il traditore”
su Buscetta tra tragedia e farsa

Punto primo: “Il traditore” di Marco Bellocchio dura due ore e mezza e quando finisce dici “di già?”. Ne vorresti di più.  Punto secondo: “Il traditore” di Marco Bellocchio esce oggi nei cinema, nell’anniversario della strage di…


La dura vita di un consegnatore di pacchi
A Cannes l'ultimo "graffio" di Ken Loach

Ci sono tutti gli altri, quelli che raccontano storie più o meno belle, nelle quali succedono cose a volte tristi a volte divertenti, a volte violente a volte romantiche. Ci sono tutti i registi normali. Poi c’è Ken Loach. Ken…


Giusti i premi a Dogman, Borghi e Moretti
(e fate tacere le ciance sui social)

Credo di dovere, ai nostri lettori, due piccole premesse. La prima: da quest’anno, su richiesta della presidente Piera Detassis, sono membro dell’ampia giuria (composta soprattutto da cineasti e professionisti del settore, ma…


Oscar al "politically correct" Green Book
ma il miglior film del 2018 non esiste

Partiamo da un paradosso. Il miglior film del 2018 non esiste. Il 2018 è stata un’annata cinematografica abbastanza modesta, che non rimarrà negli annali se non per fattori extra-cinematografici (e ora ci arriviamo). Figuratevi…


I ragazzi di paranza alla Berlinale
Il fascino del male nel film di Giovannesi

A digitare “Gomorra” su wikipedia – che è piena di errori, ma è comunque un parametro su come l’umanità utilizza la rete – viene la vertigine: fra le opzioni compare per prima “Gomorra – la serie”, poi “Gomorra (film)”, poi…