Antifascisti

Di notte a casa nostra era un continuo bussare: l’avvocato ebreo, altre misteriose figure. Un giorno papà ci racconta tutto: l’orrore del fascismo, la lotta. Senza dirlo ai mei vendo i pattini per comprare una Beretta, con altri vogliamo andare incontro agli inglesi. Mi viene requisita dai fascisti. Avevamo paura, non eravamo eroi. Ma aver visto il male soccombere grazie alla forza del bene ci ha dato una grande forza e una fiducia nelle tante possibilità dell’uomo.

Paolo Taviani