Dieci razze

Abbiamo veduto dieci razze spegnersi in meno di dieci secoli sul suolo romano per far posto all’elemento italiano. Ma una volta compiuta la loro missione, una volta raggiunto lo scopo della loro corsa, cosa dovevano fare di più in ltalia? Erano salite rapidamente come i marosi; come i marosi si ritiravano. Possiamo dire altrettanto delle razze che domandano oggi il loro posto nell’Europa dei popoli?...

Giuseppe Mazzini

Castellina: “Sì, mi candido in Grecia
Come in Italia, la sinistra
è più che mai necessaria”

Quasi novant'anni, Luciana Castellina è una indomita combattente. Iscritta giovanissima al Pci, ha diretto a lungo il settimanale della Fgci, “Nuova Generazione”. Poi nella sezione femminile del Pci e nell'Udi. Radiata con il gruppo del manifesto, nel '68, ha dato vita al Pdup con Vittorio Foa, viene eletta eletta alla Camera nel 76 con Democrazia proletaria e poi con il Pdup, nel '79 entra per la prima volta nel Parlamento europeo. Non si è fermata mai. Un libro da scrivere, un'iniziativa internazionale da sostenere, una campagna da avviare. Luciana Castellina è una combattente, appunto. Anche ora, candidata al Parlamento europeo da Syriza, ha fatto una campagna elettorale generosa, dalla Grecia all'Italia alla Germania, viaggiando in continuazione e senza risparmiarsi. Come è…

Leggi di più

Primo exit poll in Olanda
favorisce
il partito del lavoro

La sinistra, secondo gli exit poll, conquista il primo Paese europeo andato alle urne per rinnovare il parlamento dell’Unione. Il Regno Unito ha scelto di non rendere note le dichiarazioni di voto-campione e di allinearsi agli altri Stati membri nel dare domenica, a urne ovunque chiuse, i risultati. Nei Paesi Bassi, invece, gli exit poll…

Leggi di più


Il reddito di cittadinanza
per gli stranieri
approdo inaccessibile

Welfare chiuso agli stranieri. Come fosse un qualsiasi porto dello Stivale protagonista delle cronache di questo scorcio di secolo, da blindare all’accesso dei migranti, costi quel che costi, per quella stessa fetta di mondo anche il reddito di cittadinanza diventa un approdo inaccessibile. Una strategia stucchevole che, da anni, soprattutto a livello locale, soprattutto…

Leggi di più



Huawei: nella guerra
commerciale in gioco
anche la democrazia

Molti di noi stanno maledicendo il giorno in cui sono fatti tentare da uno smartphone cinese col logo Huawei. Altri - in vena di acquisti hi tech - avranno già trovato l’alternativa. Una volta tamponata la nostra ansia da prestazione (telefonica), si potrebbe e dovrebbe ragionare sul significato politico della nuova guerra tra Stati Uniti e Cina; quella che ha al centro la…

Leggi di più



I giovani cre-attivi
nella giornata
europea dell’ambiente

Un venerdì di lotta e di elezioni. La vera, grande, rivoluzionaria novità di questo inizio anno, e che andrà ad impattare con una elezione come quella europea che chiama al voto milioni di persone, è l’assunzione diretta di responsabilità  da parte dei giovani studenti di ogni parte dell’Unione, sulle problematiche, non più differibili, delle conseguenze dei cambiamenti…

Leggi di più



Il caldo arriverà a giugno
un mese di lotta
con i sindacati

Fidatevi. Per qualche giorno non alzate ancora gli occhi al cielo. E riponete i cappotti definitivamente in soffitta. Anche se le temperature di questa pazza stagione fanno presagire il contrario, fidatevi dei sindacati, ci aspetta un giugno caldissimo. Non sarà tanto la colonnina di mercurio a salire, nelle prossime settimane, piuttosto quella sociale. Le piazze aspettano il…

Leggi di più



Radio Radicale,
i giornali
e i costi della politica

Estremizzando, ma mica tanto: se cesserà anche Radio Radicale, cadrà l’ultimo simbolo della prima repubblica. L’ultimo “organo di partito” a fruire di finanziamento pubblico. L’ultima emittente a trasmettere convegni, seminari e processi e a parlare del e al proprio mondo politico. L’ultimo superstite della sbornia populista che ha travolto la politica e l’informazione in…

Leggi di più



Dai camalli di Genova porti chiusi alle armi per la guerra in Yemen

Porti chiusi, porti aperti, porti chiusi, porti aperti. Porti decisamente chiusi questa volta. A conferma del detto che anche un orologio rotto, per un minuto al giorno, segna l’ora esatta, in questo caso – l’unico, probabilmente, da quando Salvini ci ha costretto a sfogliare la stucchevole margherita – la risposta giusta è porti chiusi. A gridarlo contro il mondo, è proprio…

Leggi di più


ROMA ANTIFASCISTA AL FIANCO DI MIMMO LUCANO.

Una gran folla ha ieri presidiato fin dalla mattina l’Università di Roma per ricacciare indietro eventuali provocazioni dei fascisti di FN che volevano impedire a Mimmo Lucano di parlare. Studenti, professori e semplici cittadini hanno accolto l’ex sindaco di Riace al grido di “siamo tutti Mimmo Lucano” e lo hanno accompagnato fino all’aula di Lettere.

Foto Umberto Verdat

 

Grande Bellocchio con “Il traditore”
su Buscetta tra tragedia e farsa

Punto primo: “Il traditore” di Marco Bellocchio dura due ore e mezza e quando finisce dici “di già?”. Ne vorresti di più.  Punto secondo: “Il traditore” di Marco Bellocchio esce oggi nei cinema, nell’anniversario della strage di Capaci, e non è una forzatura. Perché ogni volta che si racconta la storia di Tommaso Buscetta si racconta anche la storia di Giovanni Falcone, e sono due storie che non bisogna mai finire di raccontare. Punto…

Leggi di più

1992, l’anno terribile che ha cambiato la nostra Storia

Il 1992 - spartiacque tra la prima e la seconda Repubblica - è un anno che ha cambiato la storia del nostro Paese. Alla fine del mese di gennaio lo Stato inizia piano piano a sgretolarsi. Inconsapevolmente. Prima la relazione parlamentare sulla Gladio (organizzazione paramilitare clandestina che agiva non solo in Italia, nata per volontà americana per contrastare l’avanzata comunista sovietica e parte attiva della cosiddetta strategia…

Leggi di più


_______________________
Tutti gli articoli Orizzonti

Inviateci le vostre mail:

redazione@strisciarossa.it

Strisciarossa è un blog aperto che non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Le immagini presenti sul sito strisciarossa.it provengono da internet, da concessioni private o utilizzo con licenza Creative Commons. Le immagini possono essere eliminate se gli autori o i soggetti raffigurati sono contrari alla pubblicazione, inviando la richiesta tramite e-mail alla redazione: redazione@strisciarossa.it