Roma

Non si piange su una città coloniale, eppure
molta storia passò sotto questi cornicioni
(col colore del sole calante)
e fu spietata;
fu una scommessa tra i fascisti e i liberali:
inaspettatamente questi ultimi, imbelli e anche un po’ buffi,
(meridionali delicati di fegato)
l’ebbero vinta. I forti furono battuti;
molta storia passò all’ombra dei Ministeri.

Pier Paolo Pasolini

Un nuovo Pd, il 5 maggio a Milano per ricominciare

Il 5 maggio a Milano proviamo a costruire un momento di confronto libero e aperto, con un'assemblea cittadina promossa da militanti e amministratori del Pd. Per ricominciare. E lo facciamo pensando che si debba ripartire dalle persone, da Milano, da un nuovo Partito democratico. La sconfitta è stata enorme. Ha pesato indubbiamente il giudizio negativo sulla stagione “renziana”. Tuttavia non credo che la si possa leggere solo così. Lo stravolgimento è stato epocale e il fatto che il voto in questi anni - che sono stati anche gli anni delle “europee di Renzi” - sia particolarmente “mobile” per me significa poco. Soprattutto non userei questa categoria per l’autoconsolazione (perché essa peraltro può proprio dire che la sinistra italiana per come la abbiamo conosciuta sin qui può…

Leggi di più

L’ammainabandiera del segretario della Fiom

Che molti operai abbiano votato Lega o M5S era chiaro da subito. Che addirittura anche il segretario nazionale della Fiom abbia tracciato la croce sulle liste del “capo politico” di Maio lascia davvero storditi. Forse non c’è altro indicatore più di questo circa la catastrofe culturale irrimediabile della sinistra politica e sociale…

Leggi di più


Il buio dopo Berlinguer, e adesso?

Domanda: ha una data di nascita l’ attuale crisi della sinistra italiana ? Io credo di si ma bisogna andare indietro nel tempo. Fermarsi al 2007, cioè al Pd , a mio avviso, non basta. Bisogna risalire agli anni successivi alla improvvisa, drammatica e immatura scomparsa di Enrico Berlinguer. La sinistra e i comunisti a quei tempi erano ancora una cosa seria, anzi serissima,…

Leggi di più



Finanza etica contro il carbone

E' iniziata a Trieste, all'Assemblea Generale degli azionisti di Assicurazioni Generali, la stagione 2018 dell'azionariato critico di Fondazione Finanza Etica. Intanto, di cosa si tratta? Con un piccolo pacchetto azionario di alcune delle principali imprese quotate in borsa, acquisiamo tutti i diritti degli azionisti: il diritto di voto in assemblea, la facoltà di intervenire…

Leggi di più



LeU, la sconfitta non è un destino

A oltre un mese dal voto la situazione a sinistra appare senza speranza. I soggetti fondatori di LeU non si accordano sul lancio del percorso costituente annunciato appena prima del voto e nessuno si prende la responsabilità di una sconfitta che tutti addossano ad altri. E così, anche oggi, l’accountability per gli errori di ieri la rimandiamo a domani. Dicono in molti che la…

Leggi di più



Governo, centrodestra in pezzi. E’ l’ora di Fico?

Centrodestra ai ferri corti. Meglio, in frantumi. E’ esplosa la coalizione coesa che non era solo un cartello elettorale. Guerra aperta tra Silvio Berlusconi e Matteo Salvini che il governo lo aveva visto ad un passo e poi davanti alle resistenze dell’anziano alleato ha dovuto bloccare il dialogo tra giovani con il leader dei Cinque Stelle. Almeno ufficialmente dato che le…

Leggi di più



Mafia, soldi e pomodori. I boss a Pachino

Anche gli affari sporchi fanno sorridere - o addirittura ridere - chi li fa. Capita se all’orizzonte si profila una pioggia di soldi. Accade dopo le catastrofi, quando imprenditori allupati fiutano il business; a maggior ragione si ripete in terre di mafia, quando bande e camarille controllano i rubinetti del denaro, appalti pubblici e un’imprenditoria privata asfaltata da…

Leggi di più



L’Unità finisce all’asta. Chi vuole salvarla?

Chi avrebbe mai immaginato che una testata così bella e importante finisse all’asta? Chi avrebbe mai immaginato che quel nome così forte – l’Unità – che per molti è stata un simbolo di lotta e di riscatto, un nome da esibire in faccia ai prepotenti, da difendere dagli attacchi, da far circolare durante la clandestinità sotto il fascismo o da mostrare durante le manifestazioni…

Leggi di più


Formazione del Governo. Nuovo e veloce giro di consultazioni. Foto Umberto Verdat

 

25 aprile, da Togliatti a Pertini le parole della libertà

Il 25 aprile del 1945 le insurrezioni partigiane pongono fine, alcuni giorni prima dell’arrivo delle truppe alleate, all’occupazione nazifascista di Milano e Torino, liberate dopo Bologna e prima di Genova e Venezia. Entro il 1º maggio, tutta l’Italia settentrionale sarà libera: è la fine della dittatura mussoliniana, della Seconda guerra mondiale, della guerra civile. Dirà esattamente otto mesi dopo Palmiro Togliatti al V Congresso…

Leggi di più

Gli operai delle fabbriche anni ’70. Conflitti, divisioni, speranze

Cos'è la fabbrica? Come è andata la stagione delle grandi lotte operaie negli anni Settanta? Per ricercare i mille fili – storici, sociologici, politici, tecnologici – il centro di documentazione Maria Baccante, ospitato nella Casa del Parco delle Energie, a Roma su via Prenestina, ha organizzato una mattinata di confronto e studio, dibattito e testimonianze scegliendo alcuni testimoni del tempo, coordinati da Michele Colucci, Giovanni…

Leggi di più


_______________________
Tutti gli articoli Orizzonti

Inviateci le vostre mail:

redazione@strisciarossa.it

Strisciarossa è un blog aperto che non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Le immagini presenti sul sito strisciarossa.it provengono da internet, da concessioni private o utilizzo con licenza Creative Commons. Le immagini possono essere eliminate se gli autori o i soggetti raffigurati sono contrari alla pubblicazione, inviando la richiesta tramite e-mail alla redazione: redazione@strisciarossa.it