Abdicazione

“E perciò, nella abdicazione della ‘sinistra’ ai compiti e ai fini per cui sorse, sono i nuovi movimenti fascistici pronti a lucrare su un disagio vero (e senza prevedibile riscatto). L’istanza di maggiore «giustizia sociale» è stata regalata alla destra”
Luciano Canfora, da “La scopa di don Abbondio. Il moto violento della storia" Editore Laterza

Bisogna riunificare la sinistra
divisa tra riformisti e radicali

L’obiezione è che gli elettori – il «popolo», la «gente» – non vogliono «più sinistra», altrimenti avrebbero votato Liberi e Uguali o Potere al popolo. Possiamo interrogarci se, nel campo della politica, l’offerta crei la domanda o viceversa. Io credo che la domanda esista, con istanze sociali, di giustizia e di uguaglianza, ma non incroci un’offerta credibile nelle leadership e plausibile come opzione di governo. L’affermazione assai deludente di Liberi e Uguali è stata paradigmatica di un problema di offerta politica anche nella sinistra radicale – ammesso che si possa definire «radicale» una forza guidata dalla figura nobile e istituzionale di un ex magistrato, difficile però da immaginare a capo di una battaglia per il reinsediamento sociale. Ma il problema di credibilità…

Leggi di più

La lotta di classe all’incontrario, con i ricchi sempre piu ricchi

Esiste ancora, in questo tormentato 2019, la “lotta di classe “, così come la si chiamava nel ‘900? C’è chi sostiene che la si è vista in atto, anche di questi tempi, ma si è svolta “al contrario”. L’hanno condotta i ricchi contro i poveri. E propone di dar vita ad un nuovo corso, ad una specie di nuovo compromesso tra capitale e lavoro,…

Leggi di più


Da Piazza San Giovanni
il programma per un
arcipelago di sinistra

Una fase politica interessante si annuncia. Nella crisi della democrazia che permane a un livello di guardia, spiragli di una qualche alternativa alla situazione esistente già si avvertono. Nelle elezioni e nella piazza si annusa un vento nuovo, che per ora pare solo allo stato nascente, e però non va lasciato spegnere. La prospettiva non può essere certo quella che appassiona…

Leggi di più



La Corte europea obbliga
l’Ungheria di Orbán
a nutrire i profughi

Succede in Europa. Nel cuore dell’Europa, non in un deserto, in mezzo al mare, in una zona di guerra o dove regna il caos del terrorismo o delle bande criminali. Le autorità di un paese di antica civiltà possono decidere di far morire di fame delle persone che si trovano prigioniere del loro arbitrio. “Far morire di fame” non è una metafora, una esagerazione linguistica: è…

Leggi di più



Il grido onestà
serve a coprire
bugie e inganni

Quale virtù fondamentale si dovrebbe esigere per un personaggio politico? E’ facile immaginare che, per la grande maggioranza degli italiani, la risposta più immediata indicherebbe quale qualità principale quella dell’onestà. Soprattutto dopo l’esplosione di Tangentopoli, e la serie pressochè ininterrotta di scandali verificatisi successivamente, ciò che si pretende è che un…

Leggi di più



Bisogna fermare
la secessione
degli egoismi

L'autonomia richiesta da Veneto e Lombardia rischia di diventare un attacco alla democrazia, all'unità del Paese, all'uguaglianza dei cittadini. Si vuole spezzare l'Italia in maniera egoista, sfasciare l'architettura istituzionale, creare piccoli staterelli. Manca un progetto per il Paese, tutto è ridotto a un “contratto” dove ognuno guarda a sé. Dobbiamo però indagare il…

Leggi di più



Su Tav e grandi opere basta pregiudizi
“Patto per il Paese” per tornare a crescere

Dobbiamo tornare a crescere, per difendere l’occupazione che c’è e soprattutto per crearne di nuova. Per farlo dobbiamo affrontare i veri “colli di bottiglia” che hanno reso il nostro sistema produttivo più fragile e meno competitivo di altri (e magari su questo, si, fare una bella discussione in Europa sui vincoli di bilancio). Tra i 4 principali colli di bottiglia del Paese…

Leggi di più



Elezioni e primarie, così il centrosinistra può tornare in gioco

Sui manifesti elettorali per le elezioni regionali sarde di domenica 24 febbraio, il candidato sardista del centrodestra (poveri sardisti…), Christian Solinas, non ci mette la faccia: preferisce quella di Matteo Salvini. Non c'è da stupirsi: Salvini è ormai il Re Mida della politica italiana. Il voto abruzzese di domenica scorsa lo ha ampiamente confermato, sulla scia (ma…

Leggi di più


MANIFESTAZIONE NAZIONALE CGIL_CISL_UIL
9 febbraio 2019. I volti e gli slogan di una grande manifestazione.

Foto di Umberto Verdat

A che serve Sanremo? A trovare quel momento di verità che ci tolga il respiro

Mio padre era un uomo di destra, anche se si definiva favorevole alla “monarchia assoluta temperata dal regicidio”. Era di destra, dicevo, e non credo che si perdonò mai di avere un figlio comunista. Gli ho sempre voluto bene, tanto. Nel 1960 gli fu affidato l’incarico di organizzare il decimo festival di Sanremo. Ma fu costretto alle dimissioni prima di portarlo a termine, e credo che questa sia l’unica volta che sia mai accaduto. Per…

Leggi di più

Se da Bonolis si recitasse una poesia
sugli operai con “i sogni volati altrove”

Qualche anno fa durante un programma televisivo della Rai Roberto Saviano citò un brano della già premio Nobel alla letteratura Wislawa Szymborska. Le vendite dei libri della poetessa polacca schizzarono alle stelle: vuoi per la bellezza di quel testo, vuoi perché appunto era stato lui a consigliarne la lettura. Altri tempi: oggi più prosaicamente è Umberto Smaila, già membro de “I gatti di Vicolo Miracoli” assieme - tra gli altri - a…

Leggi di più


_______________________
Tutti gli articoli Orizzonti

Inviateci le vostre mail:

redazione@strisciarossa.it

Strisciarossa è un blog aperto che non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Le immagini presenti sul sito strisciarossa.it provengono da internet, da concessioni private o utilizzo con licenza Creative Commons. Le immagini possono essere eliminate se gli autori o i soggetti raffigurati sono contrari alla pubblicazione, inviando la richiesta tramite e-mail alla redazione: redazione@strisciarossa.it