Repressione

Tra il 1948 e il 1952… non potevamo affiggere un manifesto se non era autorizzato dalla polizia, non potevamo diffondere un volantino se non era autorizzato... bastava avere l'Unità in tasca per essere messi al bando, essere iscritti alla lista nera, se non licenziati immediatamente. Avemmo diversi casi di questo tipo a Roma, soprattutto negli stabilimenti militari dove avevamo molti compagni e furono tutti cacciati via.

Aldo Natoli

Mentre Salvini attacca l’Ue i libici affogano una donna e un bimbo

Se c'era bisogno di una conferma, ora è arrivata ed ha il segno della tragedia. L'equipaggio di una motovedetta della Guardia Costiera libica ha fatto affogare almeno una madre e un bambino perché non volevano salire sull'imbarcazione che li avrebbe riportati in Libia. La denuncia è venuta dall'equipaggio della Open Arms, la nave ONG che insieme con la Astral è tornata alla ricerca di profughi da salvare e rappresenta la smentita più secca e più amara alle dichiarazioni di Salvini contro le indicazioni della Commissione europea che, sulla base di una sentenza della Corte di Giustizia, ha stabilito che la Libia non offre alcuna sicurezza ai migranti e che quindi i profughi non possono esservi riportati. Il ministro dell'Interno, partito in guerra contro le organizzazioni…

Leggi di più

A viso aperto, parliamo di immigrazione. “Perché insieme si può”

Cara sinistra, caro Pd, non fatevi intimorire dai sondaggi e prendete di petto il tema dell’immigrazione, costruite un dialogo fitto, duraturo e profondo con il cuore degli italiani a partire da quelli in cui alberga il No agli immigrati. Mettiamo in campo una politica alternativa a quella della destra e portiamola casa per casa. Questo…

Leggi di più


Quanto costa la verità? A Marilù Mastrogiovanni 4.000 minacce di morte

Non si ferma, Marilù Mastrogiovanni, “testa bassa e pedalare”, dice. E pedala nonostante la perseguitino, la direttora del quotidiano online “Il Tacco d’Italia”, che in una sola notte ha ricevuto 3950 mail di minacce, questa volta anche di morte. La giornalista pugliese vive sotto scorta dal 2017 e da tempo ha dovuto cambiare città per tutelare sé e la sua famiglia dalle…

Leggi di più



Il nemico è l’Europa:
la Santa Alleanza
tra Trump e Putin

“Traitor in chief”: il cartello inalberato davanti alla Casa Bianca da un’anonima contestatrice riassume perfettamente lo spirito con cui molti americani hanno accolto l’incredibile performance di Donald Trump nella conferenza stampa seguita all’incontro con Vladimir Putin a Helsinki. Non c’è solo la gravità dell’affermazione con cui Trump ha detto di credere più a Putin che…

Leggi di più



Cara Gabanelli, davvero ti autocandidi al Cda della Rai?

Cara Milena Gabanelli no, stavolta non mi sei proprio piaciuta. Il lungo articolo sulla situazione Rai, pubblicato sul Corriere della Sera di Urbano Cairo proprio alla vigilia delle nomine per il Consiglio d’amministrazione della tv pubblica, per dirla papale papale, ha suscitato in molti di coloro che seguono le vicende Rai l’impressione di una autocandidatura. I contenuti?…

Leggi di più



Non lasciamo ai nostri figli questa politica cattiva e teppista

Forse di primo acchito può sembrare paradossale. Però il metodo fascistoide e populista adottato dal ministro leghista al Bullismo Matteo Salvini - deciso a suscitare i peggiori istinti e fare incetta di voti rabbiosi - può aiutare a comprendere che cosa sia la politica. La politica è un’attività nobile quando viene espressa per sostenere l’imperfetta democrazia, il migliore…

Leggi di più



Dighe e furto d’acqua in Asia. S’impoveriscono così terre e contadini

Strozzare a monte le riserve di acqua di interi villaggi, è un furto legalizzato, che togliendo la più preziosa tra le risorse naturali del pianeta, arricchisce chi lo fa e affama chi lo subisce. I furti più o meno legalizzati delle terre per sfamare i ricchi Paesi del “Nord”, che strangolano l’altra parte del mondo, quella del “Sud”, costringendola a scappare, sono solo una…

Leggi di più



Inciampa la Brexit, ora è difficile la partita per Jeremy Corbyn

Una settimana ad alta tensione, in Gran Bretagna. Mentre l’Inghilterra avanzava nel mondiale in Russia il governo di Theresa May perdeva pezzi da novanta, con le dimissioni di 5 membri del governo (tra ministri e sottosegretari) arrivate per protestare contro la nuova linea soft sulla Brexit annunciata durante un meeting nella residenza di campagna dell’esecutivo. La nuova…

Leggi di più


“Puoi leggere, leggere, leggere, che è la cosa più bella che si possa fare in gioventù: e piano piano ti sentirai arricchire dentro, sentirai formarsi dentro di te quell’esperienza speciale che è la cultura” (Pier Paolo Pasolini)

Foto Umberto Verdat

 

Restiamo umani. La grande emozione del concerto di Roger Waters

Restiamo Umani, queste parole erano scritte su un grosso porco gonfiato che volteggiava sopra il Circo Massimo sabato scorso. Era il porco che ha accompagnato una parte del concerto di Roger Waters, uno dei fondatori del gruppo dei Pink Floyd. Dicono che eravamo in sessantamila, almeno la metà erano cinquantenni e sessantenni, padri madri e come me alcuni anche nonni, alcuni accompagnati dai propri figli. Ci siamo ritrovati seduti sui…

Leggi di più

Basaglia, i suoi e i ciliegi giapponesi. A Gorizia cominciò l’avventura della 180

Esce postumo con la cura del figlio Carlo e la revisione di Piero Cipriano il memoir di Antonio Slavich, All’ombra dei ciliegi giapponesi (Edizioni Alphabeta Verlag) che nella collana 180 curata da Giuseppe Dell’Acqua racconta dell’incontro con Franco Basaglia e della conseguente esperienza goriziana che fu alla base della rivoluzione basagliana che portò nel 1978 all’approvazione della legge 180. Slavich racconta della fine degli anni…

Leggi di più


_______________________
Tutti gli articoli Orizzonti

Inviateci le vostre mail:

redazione@strisciarossa.it

Strisciarossa è un blog aperto che non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Le immagini presenti sul sito strisciarossa.it provengono da internet, da concessioni private o utilizzo con licenza Creative Commons. Le immagini possono essere eliminate se gli autori o i soggetti raffigurati sono contrari alla pubblicazione, inviando la richiesta tramite e-mail alla redazione: redazione@strisciarossa.it