Cambiare

Passa è certo che passa
l'uomo cammina e lascia la sua traccia
costruisce muri sopra gli orizzonti
stabilisce confini, le leggi, le sorti
sbaglia, sbaglia chi non cambia
chi genera paura, chi alimenta rabbia
la convinzione che non cambierà mai niente
è solo un pensiero che inquina
la mente.

Fiorella Mannoia

Giovani, istruzione, innovazione,
ricerca: quattro settori chiave
per utilizzare bene i soldi europei

Il governo italiano è impegnato in queste ore in un laborioso confronto con la Commissione Europea sul Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr) propedeutico alla concessione dei fondi (oltre 200 miliardi di euro) del Next Generation Plan (NGP). Secondo alcune fonti, l'esecutivo di Bruxelles starebbe insistendo perché l'elaborazione del piano stesso venga accelerata, visto che il tempo a disposizione non è più moltissimo, ma il lavoro starebbe progredendo, anche se la riservatezza del negoziato ha fatto sì che in Italia ancora non sia stata fatta chiarezza su quali saranno le scelte decisive. Vero è che in questi ultimi giorni sono sorti problemi non da poco per la concreata attuazione del Next Generation Plan, con tra paesi (Ungheria, Polonia e Slovenia) che si sono messi…

Leggere di più

L’ultimo sfratto eccellente della sindaca Raggi. All’istituto storico per il Medioevo

Il fatto che sia necessaria una buona dose di cultura anche per gestire decorosamente la spazzatura dovrebbe essere noto (anche se così non è, a giudicare dalla condizioni in cui versano molte città italiane, inclusa, a pieno titolo, la nostra Capitale). Però quando la cultura - guarda caso, proprio a Roma - viene trattata come…

Leggere di più


Cosa fare
per neutralizzare il veto
dei sovranisti sul NGEU

Nei giorni scorsi su strisciarossa Pier Virgilio Dastoli, Presidente del Movimento europeo, ha efficacemente sintetizzato lo stato dell’arte sulle procedure relative all’approvazione definitiva del Next Generation Eu e della sua utilizzazione (https://www.strisciarossa.it/next-generation-eu-il-voto-a-maggioranza-contro-i-ricatti-di-ungheria-e-polonia). Dastoli ha spiegato il…

Leggere di più



E’ giunta l’ora
di correggere
un regionalismo malato

Una cosa è certa: l’Italia è arrivata a fronteggiare la pandemia da Covid 19 con una classe dirigente in senso lato assai malmessa da tempo e con un’armatura istituzionale, burocratica e civile piena di buchi. Se nei mesi di marzo e aprile e parte di maggio tutto ciò è stato oscurato dal lockdown generalizzato voluto dal governo e condiviso dalla maggioranza degli italiani,…

Leggere di più



Ma Joe Biden
non ha vinto
grazie al voto centrista

Analizzare il voto democratico è sempre un esercizio complesso. A maggior ragione se questo diritto è esercitato dal popolo americano, che si presenta più frantumato del previsto, sotto il dato di una generale polarizzazione. Innanzitutto è giusto ripetere che il sistema dei grandi elettori, la negazione del principio “one head, one vote”, falsa la competizione. Joe Biden…

Leggere di più



Il Cav “responsabile”
tra diffidenze di governo
e guerra a destra

La situazione grave in cui si trova il Paese colta come occasione per riprendersi la scena. E, comunque, sancire la propria specificità, nell’ambito di una coalizione di centrodestra che non riesce a fare una opposizione compatta ma sopravvive nell’individualismo. E rischia una separazione non consensuale. Certo i numeri dei voti e dei sondaggi non sono più tali da far…

Leggere di più



Natale col covid:
riscopriamo
la solidarietà

Ci stiamo avvicinando alle feste di fine anno in uno stato d’animo d’emergenza, una guerra senza bombe ma tanti bollettini. E in troppi sentiamo, incongruamente, di temere per il Natale venturo proprio quando ci approssimiamo a questa festa di comune attesa gioiosa – diventata cristiana su radici ben più antiche e affondate nei primordi dell’umanità – colmi di rabbia e…

Leggere di più



È emergenza Covid
anche per la sicurezza
nei luoghi di lavoro

L’infezione da nuovo coronavirus rimbalza anche negli ambienti di lavoro, dove il virus sembra circolare senza fretta ma senza tregua. Se il ricorso alla figura retorica della guerra, come metafora dell’emergenza che stiamo affrontando, ha soventemente contraddistinto la narrazione quotidiana della pandemia, allora possiamo accostare i lavoratori e le lavoratrici oggi…

Leggere di più


Visti da Bobo

Dedicata al nostro libro "Care compagne e cari compagni".

 

 

 

Novembre 1980: cronaca d’una tragedia
e del fallimento d’una classe dirigente

Alle 19,34 di domenica 23 novembre 1980 ero su un autobus tra Salerno e Napoli. E ricordo anche che mandai un accidenti all’autista. Il pullman, infatti, sobbalzò e quasi uscì di strada: “Maledetto, non potrebbe guidare un po’ meglio?”, pensai. Anche a Napoli non fui particolarmente chiaroveggente: “Cos’è tutto questo fuggi fuggi? I soliti napoletani... “, commentai tra me e me, vedendo che la piazza della stazione era invasa da auto…

Leggere di più

Salviamo l’importanza delle parole
dalla dittatura della rapidità

Parole parole, parole Parole, parole, parole Parole, parole, parole Parole, parole, parole Soltanto parole Parole tra noi Così cantava Mina tanti anni fa nella famosa canzone di Leo Chiosso, Giancarlo Del Re, Gianni Ferrio. Non ci sono dubbi che è un momento in Italia e nel Mondo dove siamo sommersi di parole, come quelle che cantava Mina (cambiando però significativamente intonazione il che cambiava il senso ad un certo punto a quelle…

Leggere di più


_______________________
Tutti gli articoli Orizzonti

Inviateci le vostre mail:

redazione@strisciarossa.it

Strisciarossa è un blog aperto che non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Le immagini presenti sul sito strisciarossa.it provengono da internet, da concessioni private o utilizzo con licenza Creative Commons. Le immagini possono essere eliminate se gli autori o i soggetti raffigurati sono contrari alla pubblicazione, inviando la richiesta tramite e-mail alla redazione: redazione@strisciarossa.it